Dall’industria: La piattaforma digitale per il settore in cambiamento della spedizioni dei carichi

Novità

— Set 19, 2017

Il fornitore lettone dei servizi dei mezzi di trasporto completati “Fracht SIA” nel 2014 ha lanciato il Sistema di controllo della logistica degli autoveicoli (“Automotive Logistics Control System“) (ALCS) che è destinato ad aiutare a distribuire gli automobili del marchio “Volkswagen Group” , “General Motors” ed altri mezzi di trasporto commerciali. Sino ad ora allo strumento di software della gestione di trasporto “Fracht” ha investito 3 milioni (3,6 milioni.) di euro. Utilizzando tale strumento viene gestito tutto a partire degli acquisti, programmazione di trasportazione e gestione della catena di fornimento e i servizi dei dati dell’itenerario, controllo qualità, PVRR e la responsabilità finanziaria.

Il software che lavora su base dell’internet che è sostenuto dalle applicazioni cloud è destinato a gestire meglio i flussi delle informazioni nel tempo reale. Tale software funziona come una piattaforma comune ed è destinato ai produttori degli automobili, fornitori dei servizi di trasporto ed altri fornitori principali che lavorano nel settore di spedizioni.

„Tale sistema è una sintesi particolare tra l’ERP II e la rete sociale professionale, nella quale gli utenti con i partner specifici possono condividere i loro dati”, così riporta il fondatore e membro del consiglio di “Fracht SIA” Renatas Slenderis (nella foto).

„La programmazione delle risorse della società“ (ERP) è un software della gestione dei processi di business che collega i programmi integrati destinati a gestire le funzioni automatici dell’ufficio e business. ERP II fornisce il valore supplementare per la funzione installata della gestione di risorse umane.

Slenderis continua: „Sono installate varie funzioni dell’ERP II classico, per le quali, da un lato, vengono applicate le regole rigide di business, i moduli complessi dell’inserimento dei dati ed accesso limitato ai dati e dall’altro lato, vengono utilizzati i programmai applicati d’internet e le reti sociali che gli utenti possono semplicemente condividere con i loro collaboratori“.

Ottimizato, automatizzato, efficace

“Fracht” sostiene che utilizzando il sistema ALCS è stato ottimizzato e automizzato più di 80 percento dei suoi processi e l’efficienza è migliorata notevolmente.

“Il nostro tempo di risposta dall’esecuzione dell’ordine si è accorciato fino a 20 volte“ dice Slenderis. “Fracht“ ha ingrandito il numero dei mezzi di trasporto in trasportazione dal 6 700 nel 2010 fino al 70 000 nel 2016, mentre il fatturato è aumentato 7 volte non aumentando il numero di dipendenti. In più, noi possiamo ancora aumentare il numero dei mezzi di trasporto in trasportazione annuale sino al 300 000 utilizzando il servizio dei due spedizionieri.”

A seguito dell’utilizzo del software “Fracht“ e agendo insieme alla filiale di “Fracht” in Lituania “UAB Fracht, sono stati trasportati più di 180 000 nuovi e usati mezzi di trasporto (circa 65 percento dei nuovi e 35 percento usati).

„Le società piccole e di media misura,compreso “Vytaro Transportas“, “Autoriba“, “Autofastas“ ed altre, collaborano con noi utilizzando il sistema ALCS“, dice Slenderis. „Circa 265 società di trasporto utilizzano regolarmente ALCS, mentre la nostra rete è costituita di 1 289 società di trasporto e più di 5 000 vettori degli automobili.“

In più, i fornitori di trasportazione più importanti europei , ad esempio “Frikus”, “Hoedlmayer“, “STS“ e “Wega-A“ utilizzano il numero limitato di funzioni, ad esempio, il modulo di scambio per l’acquisto dei carichi sul posto, ricerca degli ordini o il ricevimento delle informazioni sullo scarico e carico.

Tali vettori dei mezzi di trasporto completati, piccoli e grandi, utilizzano il sistema ALCS in tutta l’Europa. La nostra società sta ancora cercando come applicare l’utilizzo di questo programma al livello mondiale. Secondo Slenderis, il sistema sostiene 10 lingue, compreso il cinese, russo e spagnolo, perciò è possibile utilizzare ALCS in diverse aree del mondo.

Superare gli ostacoli

Sviluppando il sistema “Fracht” ha riscontrato i simili problemi come le società che mirano di ottenere il processo logistico più efficace di spedizione dei carichi. In sostanza, l’obbiettivo è di creare una piattaforma unica o una caten di fornimento, nella quale tutte le parti avrebbero un accesso allo stesso livello, mantenendo però l’integrazione sicura tra OEM e i fornitori dei servizi di logistica e trasportazione. “Fracht” deve anche trovare il modo, secondo quale gli utenti potrebbero utilizzare in modo facile ALCS e l’addestramento al sistema cloud rimarrebbe minimo.

Il bilancio mantenuto tra le funzioni ERP e la rete sociale ha un significato che l’utilizzo semplice del sistema era coordinato con la protezione dei dati.

La società ha anche riportato alcune modifiche quando il sistema si è sviluppata. Ad esempio, facendo delle prove sui programmi (mobili) GSM, la società ha riscontrato una contestazione degli autisti che non volevano utilizzare le applicazioni sugli smartphone. La maggior parte degli autisti avevano più di 50 anni e capivano poco su come utilizzare le applicazione degli smartphone nel loro lavoro. Secondo, per le condizioni difficili del lavoro utilizzare gli smartphone sul lavoro non era comodo. “Fracth” ha risolto tale problema facilitando il processo della comunicazione tra ALCS e l’autista che da ora può utilizzare i codici dei messagi SMS.

Il livello di gas di scarico emesso

Un altro problema che bisogna risolvere trasportando i mezzi di trasporto completati, camion vuoti, soprattuto a seguito della consegna di merce al ritorno e non avendo un altro carico. Tali situazioni soprattuto riducono l’efficienza. “Fracht” sostiene che utilizzando ALCS è possibile ridurre il numero dei camion vuoti e la quantità dell’emmissione di gas. Secondo “Fracht”, l’unica soluzione per farlo è di collegare i carichi con i flussi. Secondo Slenderis, questa è un motivo, per il quale PSA ha creato “Gefco”, mentre “Renault” ha creato “Groupe Cat”. Nonostante questo, in tal caso i risultati saranno minori se i processi verranno coordinati utilizzando i metodi vecchi manuali e non in modo digitale utilizzando gli strumenti automatizzati.

“Il nostro sistema può sostituire tale forma di comunicazione e di offrire una soluzione ai produttore e fornitori, basata sulla gestione dei flussi digitale nel tempo reale e la gestione della flota di autoveicoli”, sostiene Slenderis. “Questo significa che il sistema può collegare i flussi dei produttori diversi degli autoveicoli e presentare un itenerario ottimale e gestire automaticamente i fornitori della flota degli autoveicoli; la digitalizzazione del business apre una via per la soluzione ottimale.“

L’utilizzo del sistema automatico della gestione di trasporto ha anche altri vantaggi. Ad esempio, quando l’autista informa ALCS che sta scaricando l’ultimo mezzo di trasporto il sitema automaticamente spedisce le istruzioni al prossimo viaggio. Un altro esempio, le informazioni che vengono spedite al mezzo di trasporto in sosta, nelle quali viene indicato quando i vettori si trovano vicino.

Partecipazione di OEM

Al momento “Fracht“ vuole sfruttare il sistema completamente e mira di avere una collaborazione più stretta con gli stessi produttori degli autoveicoli. Tale collaborazione è possibile se gli stessi partecipassero al sistema.

„A seguito dell’integrazione della produzione e i sistemi informatici complessi, ALCS potrà accogliere gli ordini di trasportazione, programmare gli itenerari e spedire le istruzioni dei carichi agli autisti oppure nel futuro quando veranno utilizzti i mezzi di trasporto autoguidati, dare le indicazioni in modo automatico senza il coinvolgimento dei dipententi .“

L’integrazione dei processi è quello che “Fracht“ vede come un’oggetto più importante da sviluppare nel settore della trasportazione degli autoveicoli completati e preparazione per i mezzi di trasporto autoguidati nel futuro.

Anche se i processi digitali dei mezzi di trasporto completati nel settore di trasportazione si stanno sviluppando più velocemente e nei diversi orientamenti (telematica, sistema di gestione della trasportazione, gestione dei rapporti con i clienti (CRM), gestione dei rapporti (SRM), vendità elettronica), non è ancora creata la piattaforma comune, nella quale sarebbero collegati tutti i sistemi.

Secondo “Fracht“, ALCS collega la catena di fornimento. Colleganto i sistemi diversi che sostengono ALCS è possibile ridurre il numero dei camion vuoti in movimento, il tempo di risposta, allargare le possibilità di tracciabilità e rintracciare i dati in tutta la catena, in più ridurre il volume della comunicazione fisica e la quantità della carta consumata. In più, a seguito del sistema installato, secondo Slenderis, i processi vengono standartizzati comunamente, perciò è possibile svolgere gli scambi in diverse lingue ed automatizzare e otimizzare i processi del busines.

“I clienti richiedono la velocità, trasparenza e le possibilità di tracciare al costo minore possibile e questo è conforme con i nostri servizi offerti”, dice Slenderis. “Possiamo sicuramente sottolineare che senza una piattaforma comune nel settore della logistica degli automobili non esiste il futuro per i mezzi di trasporto autoguidati!”